Orari Uffici Lun - Ven 09.00/13.00 15.00/19.00
CENTRALINO +39 0532 292411
test

Capodanno in sicurezza grazie al lavoro di squadra

Capodanno in sicurezza grazie al lavoro di squadra

Ancora una volta Ferrara si conferma come uno dei Capodanni più sicuri d’Italia.

Nessun incidente infatti si è registrato in città in occasione dell’incendio del Castello, che ha portato in Piazza circa 30mila persone.

200 addetti alla sicurezza e 40 fra medici e personale paramedico. E poi ancora 800 bottiglie di vetro e 8 chilogrammi di fuochi d’artificio bloccate nei varchi d’ingresso a Piazza Castello, sequestrate e gettate nei cassonetti di Hera.

Sono i numeri del Capodanno di Ferrara edizione 2017 che ha decretato ancora una volta come l’appuntamento nella città degli estensi sia tra quelli più sicuri sul territorio nazionale. A parte qualche malore causato dal freddo non si sono infatti registrati incidenti e nemmeno feriti al pronto soccorso.

Il bilancio è stato illustrato in Questura a 48 ore dall’evento che ha portato a Ferrara, in occasione dell’incendio del Castello circa 30mila persone. “Un lavoro di squadra -come è stato ribadito dal Questore- che aveva come obbiettivo quello di tenere insieme la necessità di festeggiare in sicurezza. Per questo sono state prese misure fastidiose ma necessarie perché, ha spiegato il Antonio Sbordone- non bisogna mai abbassare la guardia”

Il riferimento ovviamente andava ai new jersey posizionati in corso Giovecca e in viale Cavour che la notte del 31 dicembre avevano la funzione di fare da barriera anti-tir, dopo gli atti terroristi accaduti in Germania e in Francia.

A fianco a fianco hanno lavorato le forze dell’ordine (polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale e polizia penitenziaria) compresa una squadra operativa di supporto antiterrorismo dei carabinieri). Ma anche vigili del fuoco, protezione civile oltre naturalmente agli organizzatori dell’evento, all’amministrazione comunale, alla sicurezza privata (considerata oramai fondamentale per questo tipo di evento) senza dimenticare, come ha ribadito Roberto Serra, assessore comune di Ferrara, le associazioni di categoria, come ad esempio i commercianti che non hanno venduto le bollicine, in bottiglie di vetro, nei pressi di Piazza Castello.

“Festeggiare in sicurezza non è facile, ha ribadito il Questore, sopratutto senza la collaborazione fondamentale dei cittadini” per questo motivo ringraziati dal numero uno della polizia di Ferrara.

Il nostro sito utilizza i cookie per darti un miglior servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi