Orari Uffici Lun - Ven 09.00/13.00 15.00/19.00
CENTRALINO +39 0532 292411
test

Approfondimento: Il ruolo della Protezione Civile nei pubblici eventi

Approfondimento: Il ruolo della Protezione Civile nei pubblici eventi

Con la Circolare 45427 del 6 Agosto 2018 pubblicata dal Dipartimento della Protezione Civile, è stato stabilito che I volontari della Protezione Civile stessa, d’ora in avanti non potranno più occuparsi della vigilanza negli eventi.

Il Dipartimento vieta ai volontari di eseguire funzioni che solitamente dovrebbero essere di competenza delle Forze di Polizia.

Prendiamo ad esempio un concerto o una manifestazione pubblica per le strade della città. Non è inusuale vedere i volontari della Protezione Civile in divisa giallo fosforescente gestire il traffico e sorvegliare sui luoghi dell’evento. Dopo la redazione della Circolare 45427 questo non sarà più possibile, dato che il Dipartimento ha iscritto queste attività tra quelle categoricamente vietate al personale volontario.

In realtà il Dipartimento non ha fatto altro che attenersi a quanto stabilito dal decreto legislativo 1/2018, nel quale viene stabilito che i volontari della Protezione Civile possono essere impiegati a margine di eventi e manifestazioni pubbliche, tuttavia il supporto offerto deve essere solamente marginale. Questi, infatti, non possono essere impiegati in prima linea in attività che in realtà sono di competenza delle Forze di Polizia.

Tuttavia l’amministrazione ricorda che non ci sono norme che vietano l’utilizzo dei volontari della Protezione Civile in ambiti non riconducibili agli scenari di competenza della stessa Protezione Civile. In tal caso, quindi, il volontario sarà chiamato a svolgere le attività richieste dall’organizzatore dell’evento ma senza l’impiego di loghi e stemmi della Protezione Civile così da non confondere gli osservatori.

protezione-civile-sicurezza

Tuttavia l’amministrazione ricorda che non ci sono norme che vietano l’utilizzo dei volontari della Protezione Civile in ambiti non riconducibili agli scenari di competenza della stessa Protezione Civile. Il volontario infatti, può essere chiamato dall’organizzatore dell’evento a svolgere le attività richieste ma senza l’impiego di loghi e stemmi della Protezione Civile così da non creare confusione tra gli osservatori.

Il controllo del traffico in eventi pubblici è di competenza della Polizia Locale e il personale della Protezione Civile non può interferire in alcun modo. A tal proposito si ricorda che nel caso di impiego a margine di eventi privati la spesa per l’impiego del personale della Municipale è a carico dell’organizzatore dell’evento.

Quando la Protezione Civile può intervenire?

Gli unici casi in cui i volontari possono essere impiegati negli eventi è quando quest’ultimi hanno un rilevante impatto locale e per questo sono stati attivati anche con il supporto dell’amministrazione regionale di competenza. In questi eventi, infatti, la Protezione Civile è impiegata in qualità di struttura operativa del servizio nazionale.

Anche in questo caso, però, il personale volontario non può essere impiegato nei servizi di viabilità e di regolazione del traffico che – ricordiamo – restano di competenza della Polizia Locale o delle altre Forze di Polizia nazionali. Parimenti i volontari non possono occuparsi neppure del presidio degli accessi all’evento, nonché dei servizi di vigilanza sul territorio.

Le uniche funzioni eseguibili dai volontari della Protezione Civile – opportunamente formati – sono quelle relative all’assistenza e al dare informazioni alla popolazione.

Il nostro sito utilizza i cookie per darti un miglior servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi